LA DISCENDENZA – Angela Capobianchi (Novecento editore – Collana Calibro 9)

di Romano De Marco

Etichettare Angela Capobianchi come scrittrice di genere equivarrebbe a farle un torto. La scrittura limpida, tagliente, letteraria, dell’autrice abruzzese colpisce al cuore e lascia il segno, rendendo i suoi romanzi qualcosa di molto più che semplici “gialli”.

In un periodo in cui, nel mondo editoriale, la qualità sembra essere divenuta un difetto, Paolo Roversi (direttore della collana Calibro 9 di Novecento Media) ha il merito di non lasciarsi scappare quello che, a tutti gli effetti e al di là di ogni etichetta, può essere definito semplicemente come un grande romanzo.

LA DISCENDENZA narra di una serie di efferati delitti che ruotano attorno allo storico liceo Classico di una città del centro Italia. L’autrice non la nomina mai ma la sua Pescara è ben riconoscibile e costituisce uno sfondo originale e nuovo nel panorama delle tante città italiane raccontate dal noir attuale.

Il commissario Riccardo Conti (già protagonista di ESECUZIONE, Premio Nebbiagialla 2013) deve indagare partendo dagli inquietanti messaggi in latino che il killer lascia sul corpo delle proprie vittime, firmandosi “Nerone”. Il disegno dell’assassino affonda le proprie radici nel passato e il suo lucido piano di vendetta non si fermerà di fronte a nulla, a meno che Conti non riesca a chiudere una indagine che, pagina dopo pagina, si trasforma sempre più in una forsennata corsa contro il tempo.

Angela Capobianchi raccoglie (forse unica, in Italia) l’eredità dei giallisti classici, da Agatha Christie a Ellery Queen, attualizzandola per tematiche e ritmo, nella realizzazione in una storia ad alta tensione , mai sopra le righe, che può vantare una struttura narrativa solidissima, personaggi meravigliosamente caratterizzati e una scrittura rigorosa ma, allo stesso tempo, piacevole e seducente.

Difficile staccarsi da questo romanzo prima di averlo finito. Leggendo Angela Capobianchi non posso fare a meno di pensare che ormai, almeno in parte, ci si sia abituati a romanzi di genere nei quali la trama sembra quasi divenuta un optional. Questo romanzo è un tuffo rigenerante in un territorio classico ma, paradossalmente, nuovo. Quello di una gran bella storia, scritta benissimo e con grande onestà nei confronti dei lettori.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a LA DISCENDENZA – Angela Capobianchi (Novecento editore – Collana Calibro 9)

  1. eugenia borghi ha detto:

    Bella recensione ! Non si può di certo perdere !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...