Agrodolce di Luana Troncanetti (ed. L’erudita)

Layout 1Recensione di Claudio Guerra

Ricordo come se fosse una mia vita passata un tempo in cui ero affascinato da tutti i libri, in particolare dai volumi corposi, dai romanzoni con centinaia e centinaia di pagine. Poi, con la maturità, se così vogliamo chiamarla, la mia passione si è temperata ai soli libri che si lasciano leggere, quelli che è un piacere leggere. Purché siano di carta, perché il vero piacere deve coinvolgere il maggior numero possibile di sensi.

Questo libro che si è fatto carta ( un social di lettori racconta l’esistenza di una versione ebook che circola da tre anni ) ha molti pregi ma non quello dell’abbondante fogliazione. Dieci brevi racconti la cui fruizione deve purtroppo sottostare a una attenta posologia. Un coadiuvante delle brevi attese, nelle quali incastonare esattamente il tempo di consumo perché non ci debba staccare nel preciso punto in cui l’autrice, con un abile colpo di timone, vira l’intero senso della storia e sorprende pur restando coerente con il già detto.

La maggior parte di questi dieci racconti adottano quindi il meccanismo dell’incamminarsi in una direzione per poi diventare tutt’altro. In maniera molto abile, fra l’altro, tanto da far perdonare l’unico caso in cui l’inversione sembra non avvenire. Forse solo perché a quel punto del volumetto hai già intuito le regole del gioco.

Discorso a parte per lo sfogo polemico sulla Signora in Giallo, che mette brillantemente nero su bianco quello che più o meno tutti abbiamo pensato nei lunghi anni di messa in onda e mandata in replica.

Forse la metafora farmaceutica che ho usato più sopra non è del tutto adeguata. Mi sono forse lasciato influenzare questo inverno di letture in cui l’influenza infuria. Forse la metafora giusta l’aveva già trovata l’autrice nel dare il titolo a questa raccolta.

Un vassoio di assaggi, bocconcini dal gusto piacevolmente agrodolce, conditi di garbo e ironia, da gustare e, se son piaciuti, gustare ancora.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in recensioni, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...