Aa.Vv. “Le 13 porte. Bologna: lo zodiaco del delitto” (Damster – Comma21)

13di Claudio Guerra

Avevo trovato molto accattivante l’idea di una raccolta di racconti che unisse attraverso l’antica cinta muraria bolognese, purtroppo oggi quasi integralmente abbattuta,  il tema dello zodiaco e quello del mistero, in tutte le sue accezioni. Infatti le porte monumentali che si aprivano sulla cinta muraria del ‘200 erano effettivamente dodici, come i segni dell’oroscopo, e gli studiosi di esoterismo hanno pure abbinato a ciascuna di esse il suo corrispondente.

L’unica sfortuna di questo libro sta proprio nella forzatura del 13, giusto per dare ragione ai superstiziosi. Da una parte la 13a porta, murata più di cinquecento anni fa come damnatio memoriae del quartiere al quale dava accesso, era la 12a della cinta muraria. Il bisogno di un ingresso alla città in quell’area costrinse, un centinaio di anni dopo, a costruire un’altra porta monumentale, ma non nel punto esatto in cui si trovava quella maledetta. Fu aperta solo poche decine di metri più in là. Dall’altra il presunto tredicesimo segno, quello che prenderebbe il nome dalla costellazione dell’Ofiuco, che si incunea come un photobomber nella cintura fra quella dello Scorpione e quella del Sagittario. Da queste due forzature ne scaturisce una terza: il posizionare all’inizio del volume i due racconti dedicati ad una porta non più esistente, che fisicamente si colloca fra quelle attribuite all’Ariete e al Toro, e a un segno zodiacale che, se esistesse, sarebbe quasi all’opposizione.

Tant’è che questi primi due racconti sono i più deboli di tutto il libro e potrebbero dare una errata impressione sulla qualità di tutto il resto, che invece si mantiene su livelli medio/alti. Quindi, se proprio non ve la sentite di strapparli via, per non scempiare il libro, potete conservarli per ultimi, se proprio ne avrete la voglia e il tempo.

Rimarrebbero tredici racconti su quindici, a due porte ne vengono infatti abbinati un paio. Anche qui il numero porta sfortuna perché quello dedicato all’Aquario risulta un po’ troppo campato in aria, come del resto il segno impone. Troppe cose esposte con scarso rispetto di tempi e luoghi.

Spinato così il libro rimangono 12 storie, come i segni zodiacali, come le porte di Bologna, che fanno accedere il lettore a gradi diversi di godimento.

Abbiamo un Luca Occhi che, scippando all’altro Luca un personaggio sherlockiano che apparentemente sarebbe stato più nelle sue corde, ci mostra un Lestrade venuto a conoscere le osterie di dentro porta nella disperazione del periodo in cui Holmes era dato per morto. Una Lorena Lusetti che ci mostra quanti leoni riesce a mettere a Porta Castiglione. Una Catia Pieragostini mette in scena un delitto popolano fra le maestranze chiamate a demolire, altro delitto, la Porta a lei affidata. Un Paolo Panzacchi che gioca con la Bilancia, quale simbolo di giustizia, con una delle Porte che già ha un nome diverso a seconda della parte dalla quale la guardi.

Come ultimo autore cito Fabio Mundadori, in quanto è il curatore dell’antologia e della collana di Damster Edizioni in cui essa compare, Comma 21, nata proprio quest’anno per proporre titoli esplicitamente di genere, dal noir al thriller. Che si sia riservato il racconto abbinato al segno dei Gemelli, simbolo di doppiezza, non è quindi un caso e ogni ulteriore approfondimento sarebbe foriero di “spoiler”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Aa.Vv. “Le 13 porte. Bologna: lo zodiaco del delitto” (Damster – Comma21)

  1. patrizia debicke ha detto:

    Molto stuzzicante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...