Woman of God di Patterson/Paetro

woman1Recensione di Piera Carroli

La “Donna di Dio” è la protagonista Bridget Fitzgerald – la futura e prima papessa della Chiesa di Roma. Possibile che la rivoluzionaria sacerdotessa della nuova Chiesa JMJ (Jesus Maria Joseph), possa sconfiggere tutti i conservatori e potentissimi nemici?

Dopo il prologo, il libro compie un viaggio a rebour nel passato di Bridget, medico in missione nel sud del Sudan, dove impazza il feroce colonnello Zuberi e la sua armata di giovani assassini. Il libro è dedicato difatti: “to the selfless doctors and humanitarians who travel to the world’s most dangerous places to help those in need”.  [ai medici altruisti e umanitari che si recano nei luoghi più pericolosi del mondo per aiutare chi ne ha bisogno].

Avendo letto il libro, non posso immaginare chi più di Bridget possa meritarsi il ruolo di Capo di una nuova Chiesa cattolica, aperta al sacrificio e alla fede ma anche all’amore inteso come unione tra qualsiasi essere umano, uomo, donna, prete, gay.

woman2

Bridget è un personaggio femminile straordinario, sia per il suo ruolo laico – come medico per ‘kind hands’ ed altre organizzazioni umanitarie; sia per la sua capacità di credere, dubitare, affrontare con un coraggio fenomenale la crudeltà, la sofferenza e la morte dei suoi pazienti e dei suoi cari, e per la forza di cadere e rialzarsi, ma anche per il suo ruolo ‘in famiglia’ di figlia, nonostante gli scheletri nell’armadio, e di moglie, amica, madre.

Paetri e Patterson, forse in modo un po’ idealistico, ma senza mai esagerare, dimostrano che è possibile essere donne e sacerdote, madri e papa. Certamente molto meglio del maschilista, edonista, conservatore, intrallazzone Pope di Sorrentino, che alla lunga davvero stufa con il suo cinismo ‘Borgiano’!

L’unico rimprovero va agli editori o a chi si è occupato delle poche frasi in italiano, per esempio: He said, “La signorina, dovrei prendere da un medico?” malamente tradotto da Google. Possibile non potessero chiedere a colleghi italiani o farsele tradurre da un’ italiana? “ Signorina, la porto da un medico” avrebbe detto qualsiasi tassista a Roma, credo.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in recensioni, Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Woman of God di Patterson/Paetro

  1. patrizia debicke ha detto:

    Tutto è possibile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...