Nefertiti, la regina del sole

nef1Recensione di Patrizia Debicke

Nefertiti, la regina del sole  (Tre60)

di Christian Jacq

Lei, la donna più influente dell’Egitto con gli stessi poteri di suo marito, il faraone, ora era sola e percepiva l’avvicinarsi della sua morte, ma lottava per conservare l’energia necessaria per aspettare l’attesa ultima visita del suo amore, dell’uomo che aveva appoggiato e onorato durante i venti anni di aspri e combattuti contrasti politici ma anche colmi di straordinarie novità che avevano scioccato tanti sudditi, spesso provocando la loro ostilità. Ma che straordinaria e incredibile avventura avevano vissuto, quante follie, quanti sforzi e quanto entusiasmo avevano speso insieme fino allo spasimo, in nome della purezza e del culto di una nuova religione.

L’acqua fremette mossa da un venticello che veniva dal nord, i suoi riflessi cristallini, accecarono per un istante la sacerdotessa del dio Aton. E Nefertiti cominciò a ricordare…

Un incipit drammaticamente accorato per l’ultimo libro di Christian Jacq, archeologo anzi egittologo francese, forse il più famoso romanziere di antiche e avventurose storie ambientate nel millenario regno dei faraoni.

Un’immensa protagonista femminile, Nefertiti, che affiancò, sostenne in tutto e guidò i passi di quel gigantesco personaggio maschile quale fu Amenothep IV che scelse di dedicarsi al culto del Dio Sole e impose a contemporanei e posteri di cambiare il suo nome e di passare alla storia con il nome di Akhenaton. Una grande ma effimera rivoluzione destinata alla sua morte a perdersi e ad annullarsi nelle sabbie del deserto.

nef2

Grazie alle più recenti scoperte archeologiche, che hanno scavato a fondo nel sito di El Amarna, Christian Jacq ci trasporta stavolta nel cuore di un Egitto in piena, spasmodica mutazione, e ricostruisce pezzo pezzo, in mezzo al deserto, la città di Amarna.

Il suo romanzo si addentra nelle difficoltà, negli intrighi, nei complotti che la coppia reale dovette affrontare durante il regno, fa rivivere l’orgoglioso coraggio di Nefertiti, dietro ogni grande uomo c’è una grande donna, e ci regala uno splendido ritratto di quella stupenda sposa reale (la sua incredibile bellezza è evidenziata dal busto esposto al museo egizio di Berlino), allo stesso tempo ombra e faro della grande figura emblematica di Akhenaton,

Un romanzo che rappresenta un’appassionata e mistica immagine di Akhenaton, il faraone illuminato, o eretico e invasato per molti dei suoi sudditi, colui che ha rivoluzionato l’Egitto promuovendo il culto di un unico dio: Aton e ha trasferito la capitale dell’Egitto da Tebe ad Amarna.

La struttura romanzesca, ben calibrata, fa riemergere una storia vera dai polverosi millenni e con una piacevole cornice romanzesca ben ricostruita e che ci permette di riscoprire la classica efficacia narrativa di Christian Jacq. Tanti personaggi ma molto ben descritti e brevi capitoli che facilitano al lettore la comprensione della trama storica.

Un bel viaggio nel tempo e nello spazio, che piacerà agli amanti o a chiunque sia affascinato o incuriosito dall’antico Egitto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Nefertiti, la regina del sole

  1. patrizia debicke ha detto:

    bel personaggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...