NEVER NEVER di Patterson-Fox

Never Never - James PattersonRecensione di Piera Carroli

Da questa insolita collaborazione noir intergenerazionale e inter-genere è nato l’originalissimo Never never (A century Australia Book, Penguin Random House, 2016).

“It’s easy to go missing in the middle of nowhere” [È facile scomparire in mezzo al nulla]

L’espressione “Never Never Land” venne usata nell’opera teatrale Peter Pan dello scrittore scozzese J. M. Barrie per descrivere un luogo immaginario in cui tutto è bello e perfetto. In contesto australiano, “Never never”, in tal modo descritto nella poesia di Bracroft Boake, “Where the Dead Men Lie” [Dove giacciono gli uomini morti], indica le lande sperdute, il deserto, il territorio al di là di tutto: il vastissimo Australian outback.  

Il romanzo trasporta il lettore in un viaggio a “Bandya”, la miniera situata nel remoto deserto del Western Australia, luogo abitato solo dalla fauna, dai minatori, dal personale del villaggio ai margini dei pozzi minerari.

Il ‘never never’ assume diverse caratteristiche e valenze per i vari personaggi e le svariate voci narrative del romanzo: il luogo in cui nascondersi per sfuggire alla legge o a infelici situazioni familiari, in cui guadagnare in pochi mesi somme esorbitanti; il luogo in cui si viene inviati per sottrarsi alle attenzioni dei giornalisti. Così capita alla indomitabile Harry Blue, detective chiamata dal suo capo ‘testa calda’, dal passato e presente dubbio e difficile – il fratello e’ in carcere accusato di essere un serial killer.

Ma la prima voce è quella del sadico assassino, nel never never e’ facile anche uccidere, nel modo più spietato: “If you reach the camp before me, I’ll let you live,’ the Soldier said. It was the same chance he allowed them all. The fairest judgement for their crimes against his people.” [Se arrivi al campo prima di me, ti lascero’ vivere ‘, disse il Soldato. Era la stessa probabilità che concedeva a tutti. Il giudizio più equo per i loro crimini contro la sua gente].

Risultati immagini per James Patterson e Candice Fox

Nella foto sopra: James Patterson e Candice Fox

Mentre per il Soldato si tratta quindi di una vendicativa caccia omicida, nella terra che non perdona neanche lui perdona – Harry invece, impegnata nella cattura del killer,compie un viaggio personale dentro se stessa, nel suo passato con la madre eroinomane, per cercare di capire il fratello che crede innocente. Nel frattempo, in questa landa sconosciuta e inospitale trova un’amica e abbandona le proprie difese quando incontra Gabriel, un appassionato e premuroso amante, di cui non sa nulla.

Harry Blue è la detective piu’ selvaggia, accanita, forte (faceva la pugile) del panorama noir australiano: giovane, piccola, muscolosa. Il passato le ha dato la forza per combattere ‘il male’. Il never never diventa perciò sia il riportare alla luce (dalle profonde cavità delle miniere) i morti e i vivi, e contemporaneamente il sogno di una spensieratezza mai vissuta durante l’infanzia.

I sospettati vanno e vengono e Patterson e Fox  mantengono la tensione, il plot è forse un po’ artificioso e il colpo di scena finale ovvio per alcuni lettori, me inclusa, ma  l’ambientazione – un luogo isolato dove nessuno è veramente permanente, dove le persone possono sparire senza lasciare traccia. Ottima anche la caratterizzazione di Harry, un po’ fuori controllo. In generale, però, la caratterizazione degli altri personaggi è molto più ricca nei romanzi stand-alone di Fox.

In attesa di un altro libro (verrà condannato il fratello?), ammetto di non aver letto nessun libro del famosissimo James Patterson (sic), sto leggendo però la Trilogia: Hades, Eden, Fall, di Candice Fox.

Nel frattempo mi pare che Fox si meriti tutte le lodi ricevute per aver cercato nuovi panorami, nuovi detective e assassini, per aver osato trovar un collaboratore quale Patterson, e perche’ no?????

Recensioni in Australia:

Qui

E qui.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in recensioni, Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...