Verso il giorno dei morti

nebbia__foto

 

Il 2 novembre ricordate chi non c’è più,

andate al cimitero e regalate rose bianche,

ma l’indomani i morti torneranno a pizzicarvi:

in un profumo improvviso

che si dilegua tra la folla.

Nel sorriso di quella volta,

nel consiglio ignorato,

nella camminata di uno sconosciuto,

nell’acqua di mare,

nei vicoli della memoria,

in un soffio di vento,

nelle piogge improvvise.

Nell’angolo più segreto del vostro cuore,

in un sogno impalpabile che non si ripete mai.

Sono dentro di noi e ce lo ricordano:

il giorno dei morti è tutti i giorni.

 

di Marilù Oliva

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in poesie e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Verso il giorno dei morti

  1. Patrizia Debicke ha detto:

    grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...