Ultima notte in Oltrepo’ di Alessandro Reali

realiRecensione di Patrizia Debicke

Frilli Editore

2016 pag. 224 Euro 11.90 euro

Quinta avventura del’inossidabile e strampalata coppia di detective pavesi Gigi Sambuco e Selmo Dell’Oro dell’omonima agenzia di investigazioni a Pavia.

Stavolta i nostri due eroi dovranno sbrogliare un caso, nel borgo di Fortunago, un’incredibile location da cartolina, tra le colline oltrepadane, un paese decadente, una specie di paese fantasma, che dall’autunno vive immerso nella palpabile umidità della nebbia. Un luogo  romantico e crepuscolare quasi come i suoi abitanti e coprotagonisti del romanzo. Il caso, affidato a Sambuco e a del’Oro, è l’inspiegabile scomparsa del Conte Oramala, ricco proprietario locale di vigne, terreni e di una splendida villa, in cui abitava con Licia, la moglie paralizzata dopo una caduta da cavallo e con Marzia la bella, misteriosa e affascinante cognata…

Tutti i personaggi collegati al conte Oramala, uomo integerrimo, amato e rispettato da amici, vicini e sottoposti che gli  perdonavano volentieri una certa istintiva e innocua fanciullezza, sembrano vivere fuori dal tempo. E soprattutto le due donne di casa, l’eterea moglie Licia e Marzia, sua sorella e  cognata del conte. Quest’ultima, giovanile e inquieta cinquantenne, riuscirà a incantare Sambuco, costringendolo a innamorarsi di lei.

Un decadente classico giallo d’atmosfera con una sottile sia pur complessa trama sfumata, minuziosamente intessuta di particolari, che riesce a coniugare importanti elementi psicologici? Sì, perché stavolta i due amici colleghi non si nascondono e si aprono al lettore, svelandosi e inanellando le loro debolezze, ma contemporaneamente un giallo bagnato da un macabro tocco noir che minaccia direttamente Selmo dell’Oro che ha ritrovato a Pavia il cadavere di un delinquente torturato e assassinato con il quale intratteneva affaristici rapporti – insomma casini peggio del solito – per arrotondare il suo magro bilancio in tempo di crisi. E quindi la coppia Sambuco e dell’Oro, stavolta ha per le mani un doppio caso da risolvere.

Il cadavere del conte viene rinvenuto dopo giorni lungo le rive del Ticino, abituale ritrovo di chi compra sesso a pagamento. La famiglia e gli  amici del morto, che rifiutano l’ingiuriosa etichetta di un torbido omicidio passionale, chiedono a Sambuco e Dell’Oro di proseguire le loro indagini mentre Selmo Dell’Oro sarà testimone di un secondo efferato delitto che mostra le stimmate della pericolosa mafia dell’est?

Ma cosa può mai legare la scomparsa e l’uccisione di un facoltoso signorotto locale a un malavitoso regolamento di conti per il dominio sul territorio?

Con un continuo cambio di ritmo e suspense, che costringe i nostri eroi a investigare  tra Fortunago, Voghera e Pavia, con una carrellata di posti, indirizzi e nomi noti, le piste s’incrociano, si sovrappongono e si susseguono, arruffando le indagini. Riusciranno i due investigatori a ritrovare il bandolo e venirne a capo?

Sambuco e Dell’Oro crescono, maturano? Forse. Le loro personalità si distaccano di più, tanti ricordi si affermano, certi sentimenti sembrano permearli e toccarli più facilmente. Servono a migliorarli? Possibile. A dispetto degli exploits amorosi di Dell’Oro, si potrebbe percepire che la gioventù dei due protagonisti di Reali si sta allontanando? Chissà? O invece? Appuntamento al prossimo.

Alessandro Reali è pavese doc. Con i Fratelli Frilli Editori ha già pubblicato Fitte nebbie. La prima indagine di Sambuco & Dell’Oro (2012 III ed.), La morte scherza sul Ticino. La seconda indagine di Sambuco & Dell’Oro (2013 II ed.), Risaia crudele. Quei giorni dell’inverno del ’45 (2014), Sambuco e il segreto di viale Loreto. La nuova indagine di Sambuco & Dell’Oro (2014), Ritorno a Pavia. Un altro Natale per Sambuco & Dell’Oro (2015) e La Bestia di Sannazzaro. Lomellina, inverno di guerra 1917 (2016).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Ultima notte in Oltrepo’ di Alessandro Reali

  1. Patrizia Debicke ha detto:

    evviva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...