A prima vista: Quarry

quarrydi Corrado Ravaioli

Si chiama Quarry ma per contestualizzarlo possiamo dire Cinemax e Greg Yaitanes, rispettivamente casa di produzione e regista di Banshee, tra le migliori serie action/thriller degli ultimi anni. Il risultato, tutt’altro che scontato, è davvero sorprendente, stando al pilot uscito il 9 settembre negli States. Il primo di otto episodi.

Siamo negli anni ’70. Quarry è il nome affibbiato a Mac, ex veterano del Vietnam appena rientrato insieme al fedele amico Arthur da una missione particolarmente tragica. Sono accusati di aver provocato una strage di bambini e per questo faticano a trovare un lavoro e integrarsi nuovamente nella comunità in cui vivono a Memphis.

Una sera Mac sorprende un uomo nel proprio giardino. Si fa chiamare Broker e gli offre la possibilità di fare soldi facili diventando un sicario. Non vado oltre.

La storia è tratta dai romanzi di Max Allan Collins, che creò il personaggio di Quarry e una serie a lui dedicata nel 1976. Yatanes si affida a un ottimo cast di attori poco noti, a parte l’immarcescibile Peter Mullan (sempre in parte, se si tratta di essere violento e spietato). Il protagonista, Logan Marshall-Green, sembra il sosia più magro e baffuto di Tom Hardy, ma il paragone non lo fa sfigurare anzi. E’ davvero bravo a trasmettere l’inquietudine e il fastidio del veterano “fuori posto”.

La storia, apparentemente lineare, si affida a personaggi ben definiti e sfaccettati. La messa in scena di Yatanes, è struggente. Il contesto in cui si muovono i protagonisti, tra bar, campetti da basket e fabbriche abbandonate, è arido e desolato come i protagonisti. Non c’è spazio per un lato umano nel cuore di Quarry e gli animali che si muovono in questo zoo urbano. E questo rende il prodotto assolutamente affascinante.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in a prima vista e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a A prima vista: Quarry

  1. Patrizia Debicke ha detto:

    Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...