COME VIVERE IN MODO PIù CONFORTEVOLE di Wislawa Szymborska

wislawa1Recensione di Marilù Oliva

Questo gioiellino –  da poco uscito per Adelphi con una traduzione di Valentina Parisi – raccoglie le recensioni scritte dalla poetessa Wisława Szymborska, insignita del premio Nobel nel 1996 e smentisce una volta per tutte coloro che sostengono che parlare di libri sia appannaggio esclusivo dell’alta critica. Che tremenda sciocchezza. Di libri possono occuparsi poeti e scrittori proprio perché la scrittura è la loro materia, non occorre essere firme prestigiose di pagine culturali o insigni professori accademici e sfinire il destinatario con estenuanti esercizi critici, no: serve competenza, rispetto e passione per la letteratura. Wisława ci parla di libri che l’hanno colpita e lo fa tuttavia in maniera seria, profonda ma non pesante, con le sue frasi che planano soavi o affondano il bersaglio, senza pretese esaustive e senza escludere una certa giocosità. E in chiusura vi potrete anche gustare una bella postfazione del curatore Luca Bernardini, che con una citazione svela, tra le altre cose, perché il poeta possa vestirsi anche dell’abito di interprete della realtà:

Il poeta, indipendentemente dal grado di istruzione, età, sesso e preferenze, nel profondo dell’anima è, e rimarrà sempre, un erede spirituale delle tribù primitive… É un animista, un feticista che crede nelle forze segrete che sonnecchiano in ogni cosa, ed è convinto che con l’aiuto di parole opportunamente scelte riuscirà a risvegliarle.

Wislawa2Le opere proposte spaziano nel tempo e nei luoghi. Da Le centurie degli scrittori polacchi, redatte negli anni ’30 del Seicento, ai saggi di fisica – I sette stati della materia – alla Grecia di Teocrito – delle sue Egloghe – alla Francia dei Valois, alle Memorie di Marcello Mastroianni, recensendo le quali Wislawa ammette la sua simpatia per il personaggio: Mastroianni non scava la terra sotto ai piedi dei colleghi, non ha conti da saldare, si rifiuta di indossare ali da cherubino ed evita confessioni ad effetto.

Scoprirete un tesoro zeppi di libri soprattutto sconosciuti, con relativa traduzione in italiano (quando c’è), volumi che in parte vorrete per impreziosire la vostra libreria. Non mancano nemmeno le tiratine d’orecchie, come le imperfezioni sottolineate alla prima edizione del Piccolo dizionario degli scrittori di tutto o l’accusa all’editore polacco Interpress di non aver pagato un autore e di non aver mai risposto alle sue lettere.

O come l’accusa ai media del loro immenso potere deviato, a partire dalla manipolazione lessicale. Questo si trova nel Libro succedaneo, tiratura plurimilionaria:

Guardiamo il telegiornale. Cadaveri massacrati, sogghignanti facce da gangster, corpicini tumefatti di bambini abbandonati, rottami di macchine sfasciate da automobilisti ubriachi, folle di persone che agitano la croce come se fosse una clava. Ancora una volta, qualcuno racconta frottole, qualcuno sputa e insulta.

Vedete quanti temi di scottante attualità?

 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in recensioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a COME VIVERE IN MODO PIù CONFORTEVOLE di Wislawa Szymborska

  1. Patrizia Debicke ha detto:

    Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...