Kamasutra Kevin di Alessandro Berselli

KamasutraPendragon , 2016

pag. 210, Euro14

Alessandro Berselli e il suo Kamasutra Kevin

Quando è stato intervistato, mesi fa, ha dichiarato testualmente: «Lo sto ultimando in questi giorni, sono lentissimo a scrivere, continuo a lavorare per mesi su un testo finito per una mia tendenza esasperata alla perfezione formale. Fino a quando non è esattamente come lo voglio, il libro non è finito».

Berselli, partito come comico, sembrava aver trovato la sua dimensione nel noir. Poi nel 2014 Anche le scimmie cadono dagli alberi, Piemme, che si rifà umoristicamente al proverbio giapponese traducibile con: Tutti sbagliamo. Oppure anche: nessuno è invincibile.

Oggi Kamasustra Kevin, Pendragon, è un tragicomico divertissement di costume e come il libro precedente, una gustosa critica alle mode e ai costumi attuali.

Romanzo, a dire dell’autore: «di contro-formazione erotica su un diciassettenne dropout. Discretamente programmato a fare stupidaggini e a optare sempre e comunque per la soluzione sbagliata».

Spiegazione chiara e lineare per descrivere il povero e imbranato Kevin Costetti. Già, perché ridiamo a un caustico diario di un appartenente a una generazione allo sbando che riesce a dimostrare ancora una volta con esempi da manuale che l’attuale “essere” umano è fatto per lo più di imbecillaggine.

Beh, ora Kamasutra Kevin è finito e io ho appena finito di leggerlo, con piacere e ridendo. Eh sì perché Berselli ha questo dono, un linguaggio e una scrittura colta e ben calibrata unita a un’innata comicità che gli fa affibbiare al suo incredibile ma, come da lui descritto, credibile protagonista di Kamasutra Kevin tutte le insicurezze e i problemi dell’universo adolescenziale.

Insomma è il tragicomico calvario di Kevin quasi diciottenne, un bacchettone teenager, ancora vergine, bravo a scuola e troppo intelligente, un pesce fuor d’acqua che non riesce a mimetizzarsi e legare con i suoi coetanei compagni di liceo, e che, da un giorno all’altro, scoprendosi in fase di esplosione sessuale, si dedica a solitarie pratiche di onanismo.

Kamasutra2

I suoi strani, inutili e indifferenti genitori hanno ben altro da pensare. Si sono separati da poco. La madre, che anche in passato ha allegramente dispensato le sue grazie, ha lasciato il tetto familiare per convivere una bollente storia di sesso con un sudamericano e il padre, uno svagato e depresso maniaco religioso, sogna solo gite edificatrici a Fatima in compagnia di vecchie monache. Insomma un disastro a cui pare impossibile porre rimedio. In più Kevin è afflitto da un orrendo apparecchio per denti, una vera e propria museruola, fatta apposta, pare, per impedire ogni erotica velleità.

Ma per sua fortuna, o disgrazia? Maribel, una strafica ma scombinata ragazza rompipalle, ninfomane dichiarata e che fa parte di una band, ha deciso di prendersi cura di lui. Di adottarlo, volente o nolente, come un povero cucciolo abbandonato…

Poi si scoprirà anche che Maribel non è proprio tutto quello che dice…

Beh il resto andatevelo a leggere e buon divertimento!

Alessandro Berselli (Bologna, 1965) esordisce come umorista nel 1991; le sue “Lettere al condominio” lo portano nel 1992 al Maurizio Costanzo Show. Dal 2003 inizia un’attività parallela di scrittore noir. Tra le sue opere ricordiamo “Storie d’amore, di morte e di follia” (ARPANet, 2005), “Io non sono come voi” (Pendragon, 2007), “Cattivo” (Perdisa Pop-Babele Suite, 2009) “Non fare la cosa giusta” (Perdisa Pop – I Corsari, 2010), Anche le scimmie cadono dagli alberi (Piemme 2014), Kamasutra Kevin (Pendragon 2016).

Recensione di Patrizia Debicke

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in recensioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Kamasutra Kevin di Alessandro Berselli

  1. Patrizia Debicke ha detto:

    Evviva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...