Anatole – A thriller jazz story di Tom Bilotta

Anatoledi Patrizia Debicke

2016, p. 424, € 14,99

È in arrivo WH Books, editore anglo-americano dedicato alla letteratura crime, thriller e noir con sede a Londra e base a New York. La casa editrice approda anche in Italia per ampliare il proprio panorama editoriale.

Primo titolo italiano di WH Books è Anatole romanzo uscito da pochissimo, del bergamasco Tom Bilotta, scrittore noto per aver conquistato l’America con il thriller The orange hand (da cui è stata tratta una fiction per U.S.A e Canada).

Anatole (sottotitolo: A thriller jazz story), un thriller noir ambientato nell’America ruggente degli anni del Proibizionismo e della Golden Age di Hollywood,  è un lungo romanzo saga che parte dalla nascita di Geremia, un piccolo trovatello di colore, abbandonato appena nato sui gradini di un istituto, il Saint Mary di Greater Birminghan l’area più povera della contea di Jefferson, di là pietosamente raccolto e poi cresciuto dalle suore. Inadottabile perché una diffusa forma di vitiligine fa di lui una specie di mezzosangue ibrido né bianco, né nero, leggiamo della sua fortunosa infanzia in una specie di orfanatrofio per bambini problematici, protetto dalla superiora, l’avvicinamento alla musica, incoraggiato dalla pia religiosa sotto la tutela di una gran dama francese, la segreta amicizia con un famoso jazz man ridotto a suonare il piano in un bordello, la bruciante e distruttiva adolescenza fra la passione per le note e la rabbia di un’esistenza ai margini, ossessionato dal sogno di diventare un famoso jazzista, l’unico capace di comporre la canzone più bella al mondo con Mozart come modello. Poi quel quid che gli cambia la vita. L’incontro con Louis Amstrong, la successiva carriera come pianista al suo fianco, l’incredibile ascesa verso il successo che lo fa diventare un famoso compositore di colonne sonore cinematografiche. E il colore della pelle che lo fa credere un bianco. Ma proprio quando sarà all’apice della scala, dopo aver conquistato addirittura un Oscar, il lato oscuro della musica jazz lo stritolerà in una morsa letale. Per poter comporre il brano perfetto si può uccidere?

E allora l’aberrazione della droga, il delitto, la malattia mentale. Solo messo di fronte alla morte, a una serie di omicidi commessi a Hollywood, Geremia riuscirà ad arrivare a capire quali sono i veri confini fra bene e male.

Una parziale rinascita per un grande musicista di colore con il bianco e il nero della sua vita che si mischiano alla storia americana, a partire dal proibizionismo fino ad arrivare ai ruggenti anni della “golden age” hollywoodiana.

Le sofferenze patite, le violenze subite e le difficoltà affrontate l’avevano forgiato e diviso. In tutta la sua esistenza aveva lottato come un leone, cercando di emergere dalla mediocrità, dalla povertà e dalla malattia. Eppure, dentro di sé c’era sempre quella sensazione di perenne inadeguatezza, condizione nata più che altro dall’essere cresciuto in una nazione razzista, in cui non esisteva il grigio, ma solamente il bianco o il nero come i tasti di un pianoforte. Il sentirsi costantemente inadeguato l’aveva portato a costruirsi un’immagine forte nel mondo esterno. Si era forgiato uno scudo protettivo per difendersi dalle persone e ogni giorno indossava una maschera.

Tom Bilotta (Bergamo, 1983) trentatreenne giornalista di cronaca sportiva, ha vinto il concorso letterario internazionale “I nuovi autori 2013” con il romanzo The orange hand (di prossima riedizione WH Books) , da cui è stata tratta una fiction televisiva per il Canada e gli Usa. 

di Patrizia Debicke

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Anatole – A thriller jazz story di Tom Bilotta

  1. Patrizia Debicke ha detto:

    super

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...