8 marzo, il rogo è un falso storico. Ecco il vero motivo.

No. Non è vero che l’8 marzo si “festeggia” in memoria delle centinaia di operaie morte nel rogo di un’inesistente fabbrica di camicie Cotton (o Cottons), che sarebbe avvenuto nel 1908 a New York. C’è chi parla anche di un fatidico 25 marzo 1911, quando un incendio, che si propagò dall’ottavo piano della Shirtwaist Company, uccise 146 operai di entrambi i sessi, in prevalenza donne. Nemmeno questo ha a che fare con il nostro, di 8 marzo.

8_marzoPerché in questa data avvenne altro che le rivisitazioni del Secondo Dopoguerra tesero a cancellare per motivi squisitamente politici, vale a dire per non far risaltare il fatto che la maggior parte delle rivendicazioni femminili giunse da fasce politiche prevalentemente di sinistra o estrazione proletaria.  Accadde invece questo, nella Russia zarista: a San Pietroburgo, l’8 marzo 1917  le donne guidarono una grande manifestazione che rivendicava la fine della guerra: l’8 marzo, nel calendario gregoriano, del 1917 fu anche giorno d’inizio della Rivoluzione russa di febbraio. Per questo motivo, e in modo da fissare un giorno comune a tutti i Paesi, il 14 giugno 1921  la Seconda conferenza internazionale delle donne comuniste svoltasi a Mosca, fissò all’8 marzo la «Giornata internazionale dell’operaia». 

Il 16 dicembre 1977, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite propose ad ogni paese di dichiarare un giorno all’anno “Giornata delle Nazioni Unite per i diritti delle Donne e per la pace internazionale” (“United Nations Day for Women’s Rights and International Peace“). Adottando questa risoluzione, l’ONU riconobbe il ruolo della donna negli sforzi di pace e riconobbe l’urgenza di porre fine a ogni discriminazione e di aumentare gli appoggi a una piena e paritaria partecipazione delle donne alla vita civile e sociale del loro paese. (Wikipedia)

Allora l’8 marzo, che già veniva festeggiato in diversi paesi, divenne la data ufficiale di molte nazioni.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a 8 marzo, il rogo è un falso storico. Ecco il vero motivo.

  1. Patrizia Debicke ha detto:

    Giusto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...