A book to tell: Ricardo y Carolina

ricardoTitolo: Ricardo y Carolina

Autrici: L. Costantini, L. Falcone

Editore: GoWare Edizioni

Genere: rosa/storico

Pagine: 304

Anno: 2015

ISBN: 978 88 6797 4184

 

Non sottovalutare mai la rabbia di una donna”.

Laura Costantini è romana. Inizia a scrivere a otto anni. A undici, decide che vuole scrivere di fantasia, unita alla realtà. Da qui ha inizio la sua passione per il giornalismo. All’inizio per la carta stampata, poi per la tv, presso la testata giornalistica regionale. Loredana Falcone, romana. La sua passione per la ricerca storica l’ha portata alla laurea. Le due donne si sono conosciute sui banchi di scuola. Cos ‘ hanno in comune? La passione per la scrittura , la capacità di spaziare fra i generi, la forza di non accettare vincoli e classificazioni e l’amore innato per le figure femminili.

Per A book to tell oggi parliamo di “Ricardo y Carolina”. Carolina Crivelli, italiana, è a Città del Messico per partecipare ai festeggiamenti in occasione dell’ anniversario di Massimiliano e Carlotta d’Asburgo. Nel lusso aristocratico spicca la sua indole ribelle. I suoi occhi attenti e scomodi incrociano quelli affascinanti e pericolosi di Don Ricardo de Hormigas, dell’antica nobiltà creola. Si innesca un feeling piuttosto teso. Carolina è una giornalista, o aspirante tale e il suo obiettivo è quello di intervistare l’imperatrice Carlotta. Siamo nel 1865 e la signorina Crivelli ancora non conosce il suo futuro. Il Messico è assediato dai francesi, la corona è asburgica, i guerrilleros vivono in campi, protetti dalle valli. La politica è prerogativa dell’uomo, la donna deve pensare a sposarsi o votarsi a Dio. Chi non sarà così fortunata, dovrà vedersela con secchio e ramazza, con i bordelli o con le mani viscide e sporche dei gringos.

Carolina imparerà a difendersi in un mondo maschile, senza accettare troppi compromessi. Conoscerà la passione e le schermaglie di gelosia, la repressione e il desiderio bruciante di indipendenza. Scoprirà l’amicizia, in un continuo prendersi e allontanarsi. Questa non è una semplice storia d’amore. È quella di un popolo che aspira alla libertà e al rispetto. È la guerra, fatta con la spada e il fucile. È la difesa del proprio nome in un duello d’onore. È il tradimento, fatto per salvarsi la pelle o per una borsa di denaro. La revolución è pericolosa. Possiede, usurpa, uccide. Non ha limiti. Chi è il punto debole? Chi dimostra invece un carattere speciale? Lo scoprirete. Amare e morire, gli estremi dello stesso sentimento. Amare e tradire, contraddizione spietata. Amare e soffrire, nella speranza di ritrovarsi. Ricardo y Carolina, un romanzo passionale, crudo e vivo. Una storia nella storia di un paese tormentato, il Messico. Il destino di un amore unico, vissuto all’ombra dell’aristocrazia, nella consapevolezza di essere sempre in fuga. Nessuna certezza, se non nel quotidiano. Carolina, il carattere di una combattente, la sensibilità tipica di una donna. Il fascino di essere libera, la capacità di sostenere il proprio uomo e di cambiarlo.

A voi lascio tutto il resto. Buona lettura.

Federica Belleri

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a A book to tell: Ricardo y Carolina

  1. Patrizia Debicke ha detto:

    grazie

  2. lauraetlory ha detto:

    Grazie grazie grazie.
    Soprattutto per aver capito fino in fondo.

  3. Rosa per caso ha detto:

    Viva il femminismo rosa! Viva le autrici brave ed entusiaste come voi! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...