Hinterland – Noir nell’area vasta cagliaritana

scanoLorenzo Scano

Hinterland –

Noir nell’area vasta cagliaritana

Ci vorrebbero più spesso giovani autori in erba disposti a buttarsi avanti e lasciare un segno.
Nel panorama così vasto del noir italiano, questo giovane autore vuole dare un segnale forte, collocarsi e denunciare a viva voce cosa non funziona nell’area di Cagliari, la sua terra di origine.
Area che non è certo immune dalla corruzione che dilaga oggi in Italia e non solo.
Scrive con passione, Lorenzo, scrive facendo sentire l’amore per la Sardegna e il dolore che prova per la sua terra violata, scrive per il disgusto e l’indignazione che prova per ciò che lo circonda e che vede.
Si sente tra le pagine il suo sgomento a dover considerare quello che sta succedendo. Una terra vergine e meravigliosa ferita dall’incessante crescere di aree cementate. Il mare e le spiagge lasciano la loro verginità all’uomo che vuole denaro e potere.
I suoi personaggi sono veramente noir, hanno connotazioni violente e deprecabili. Ti entrano con la loro perfidia e la loro violenza, sono come dei tori che vedono rosso e solo rosso. Provocano emozioni forti, raccapriccio quasi. Un pregio questo in un racconto.
Lorenzo ci fa scoprire e ci lascia sgomenti, pensare a un’area così meravigliosa maltrattata
anch’essa dalla cupidigia umana, esattamente come tutti gli altri luoghi meravigliosi che ha la nostra bella terra.
Fa bene Lorenzo, dunque, a utilizzare la scrittura e il noir per aprire gli occhi al lettore, pur con violenza, con crudeltà.
Certo un giovane autore se non è affiancato da un buon editor, capace a limare e ad aiutarlo a migliorare, cade nella tentazione di riempire i suoi racconti di parole, pensando di dover spiegare dettagliatamente al lettore la reale situazione. Così si sprecano concetti tra le parentesi e si sprecano tante parole inutili che non restituiscono niente di più che non sia stato già esplicato. Questo purtroppo consegna al lettore un pacchetto completo e preconfezionato che lascia poco spazio alla fantasia. L’autore a volte si concentra troppo sulla spiegazione di particolari indebolendo le storie di base e i fatti che le caratterizzano e gli stessi personaggi che a quel punto non sembrano neanche protagonisti. Ma ci sta l’errore per un autore che si affaccia a questo mondo e che ovviamente trova un piccolo editore disposto a sostenerlo. Ma non vi fate fermare da questo nella lettura, perché a mio avviso, Lorenzo di stoffa e di fantasia noir ne ha e tanta. Così come ha tanto bisogno di crescere e può farlo.

Recensione di Livia Frigiotti

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Hinterland – Noir nell’area vasta cagliaritana

  1. Patrizia Debicke ha detto:

    bacio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...