A book to tell: Piove cenere

modicaTitolo: Piove cenere

Autore: Luciano Modica

Editore: Todaro Editore

Anno: marzo 2015

Pagine: 216

Genere: giallo/noir

ISBN: 978 88 97366 393

Perchè pensò Biondi, in fondo è così che siamo: eternamente combattuti tra il voler fuggire via e il voler tornare indietro. Un girotondo.

Luciano Modica siracusano, classe 1967. Diplomato in pianoforte al Conservatorio di Reggio Calabria, laureato poi in Economia e Commercio. Da dieci anni è amministratore di aziende sottoposte a sequestro o confisca, su incarico della magistratura. Il suo primo romanzo dal titolo “Mara non gioca a dadi” è del 2012, edito da Runa Editrice. “Piove cenere” è il suo secondo romanzo.

L’Etna sbuffa e butta cenere, che irrita gli occhi e la gola. La mafia gestisce gli appalti e i subappalti, paga oro qualsiasi autorizzazione, intesta fondi esteri a società fittizie; controlla il territorio e la politica; ricicla denaro; edifica terreni agricoli ricoprendoli di immensi centri commerciali. Manipola la stampa e controlla la pubblicità. Dove sta conducendo l’indagine di Biondi? La mafia dimostra di essersi evoluta, riorganizzata, portando l’illegalità a livelli impensabili. Esistono i boss indiscussi che ricattano, minacciano con parole adeguate ed esplicite; restano però incatenati alle tradizioni dei loro padri e a un codice d’onore particolare. La cenere si insinua fra i capelli. La mafia combina matrimoni, chiede il pizzo e gestisce il mercato della droga. La gente è smarrita, non sa che via seguire perché sembrano già tutte segnate. C’è la voglia di emergere, ma annaspa…nella paura delle ritorsioni. Manca la fiducia tra padri e figli legati al malaffare; resta solo la preoccupazione di qualcosa che sta sfuggendo di mano. Ci sono uomini senza polso, vittime della loro inadeguatezza; ci sono poliziotti da ricattare, toccando loro i più grandi affetti. Ci sono ragazzi violenti e razzisti e altri disposti a tutto per placcarli. Ci sono donne legate all’uomo sbagliato e altre che stanno cercando la loro strada. Ci sono figli che scoprono di avere padri criminali. La polvere nera penetra nei pori. Antonio Biondi è nel mezzo di questa vicenda, subdola e complicata. Esasperante il coinvolgimento emotivo che deve sostenere. Osserva e cerca di trarre personali conclusioni. Si sorprende, per l’atteggiamento freddo e distaccato dei boss.

Per A book to tell parliamo oggi di Piove cenere, di Luciano Modica. Il protagonista di questo romanzo si chiama Antonio Biondi, sostituto procuratore a Catania. È separato e vive con la figlia Silvia, che ama più di se stesso. Difficili le dimostrazioni d’affetto, data la tensione che scorre tra i due. L’Etna è vivo e sta ricoprendo di polvere nera la città. Un giovane studente muore al mercato del pesce, accoltellato e con il viso devastato dall’acido. Questo è l’inizio. Due centri sociali, uno di estrema destra e l’altro dalla parte opposta. Due modi di pensare che si respingono, ideali di una giustizia sommaria ad ogni costo, voglia di verità…ma quale verità?

È colpito dalla forza inaspettata di chi odia profondamente e desidera uscire da questo tunnel buio. L’orrore del vissuto merita giustizia, la determinazione toglie il respiro e ferma il tempo. Il potere di un impero si sbriciola in pochi istanti. Bisogna farsi da parte per lasciar defluire il male, come lava. Perché le menti distorte e distruttive esauriscano la loro forza e si solidifichino nel nulla. Come l ‘Etna, che continua a far piovere cenere.

Recensione di Federica Belleri

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in romanzo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a A book to tell: Piove cenere

  1. Patrizia Debicke ha detto:

    libro molto ineressante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...