Una canzone per La Guerrera

Un musicista e la sua orchestra hanno realizzato una bellissima canzone dedicata alla Guerrera. Lui si chiama Paolo Giaro (nella foto), è un compositore e chitarrista che nel corso della sua formazione ha percorso innumerevoli esperienze artistico-musicali giaroattraverso il mondo e ha collaborato con musicisti di estrazione più diversa: dai Mercado Negro in Brasile ai cubani Los seis del sol, a molti altri.

Insieme all’attività concertistica, Giaro ha realizzato progetti discografici che lo hanno visto impegnato sia come compositore che come interprete e arrangiatore. Le sue produzioni discografiche sono diverse, ricordo l’ultima e vi invito a comprarla, “Tango nuevo latin jazz” (Dodicilunerecords), perché – come ha detto Trilok Gurtu – “la musica di Paolo Giaro è contemporanea con un sound che la colloca nell’ ampio panorama di suoni provenienti da tutto il mondo. In essa c’è la cultura italiana, ma ci sono anche i ritmi e i colori dell’ India. Belle le armonie, a volte classiche e belli gli arrangiamenti, spesso jazz. Questi ultimi belli perché lontani dagli standard americani.”

La sensazione, da profana, è quella di avere a che fare con un grande professionista. Un uomo attento alle vibrazioni della vita, capace di farle coincidere con la musica, un artista poliedrico sempre sul sentiero della ricerca, che batte strade non commerciali, certo più difficili ma qualitativamente alte e che danno più soddisfazioni, una persona dalla sensibilità raffinata e un grandissimo lettore che ama confrontarsi anche sulle differenze.

Da questo preambolo sarà facile capire il mio orgoglio di autrice per aver ricevuto un omaggio così bello, una canzone pensata per il personaggio di Elisa Guerra, altrimenti detta La Guerrera, l’antieroina dannata e votata alla salsa latino-americana, protagonista della mia Trilogia della Guerrera uscita per Elliot Edizioni. Trovo poi, in generale, che avvenga qualcosa di miracoloso quando le arti si prendono per mano e attraversano reciprocamente i proprio confini per fondersi in nuove alchimie. Ecco, questo è uno di tali momenti magici.

La canzone di intitola Un dia de mariposa e potete ascoltarla qui.

Paolo Giaro: musiche e testi

Valeria Visconti: seconda voce e flauto

Raffaele Damen: fisarmonica

Giacomo Dominici: contrabbasso

 

Un dia de mariposa

 

Un rayo de sol

me sorprende,

en el estupor

de la mañana,

miro las huellas del tiempo,

fuera y dentro,

fuera y dentro,

porque todo es,

todo pasa y va,

como un dia de mariposa.

El sabor de una lagrima,

me moja la sonrisa,

me moja la sonrisa,

el perfume de un recuerdo ,

me llega de lejos,

me llega muy de lejos

una idea del pasado

me llega de lejos,

me llega muy de lejos

porque todo es,

todo pasa y va,

como un dia de mariposa.

Mi sombra traza, mi alma,

dejando el perfil,

sobre la arena,

el mar despierta mi piel,

de repente, transparente,

porque todo es,

todo pasa y va,

como un dia de mariposa,

y sabes cuàntas miradas,

asì impresas sobre la tela,

de mi memoria,

y quanta miseria y gloria

asì impresas sobre la tela,

de mi historia

la magia de los jóvenes,

que no piensan en el tiempo

y parecen contentos

y parecen contentos

porque todo es,

todo pasa y va,

como un dia de mariposa.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in musica, Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Una canzone per La Guerrera

  1. Patrizia Debicke ha detto:

    Bello, mi piace!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...