Bugiardino: Paola Rambaldi

Titolo:  Tredici storie d’AdriaticoPaola 2

Autrice:   Paola Rambaldi

Editore:   Edizioni del gattaccio

Collana: Narrative

Il libro:   Racconti di pianura, che guarda verso il suo mare per non arrivarci, fermarsene cento metri indietro. Dietro le cabine, le dune, la piada. Dove le cose succedono davvero. Di sera tardi o di mattina presto. Vicende che vengono dalla campagna – uguale adesso a decenni prima – con gelosia, animali da cortile, moto, pallettoni, etichette scritte a mano sulle bottiglie. Romagna, inconscio del mar Adriatico.
Romagna, albe di nebbia, cronaca nera. La Bassa che crea un’atmosfera.
Soprattutto storie di donne di lì o che arrivano lì. Lavoro duro – qualsiasi lavoro – e occhi aperti. Prendono decisioni all’improvviso e se la cavano.
Ma non sempre.

Uscito   ottobre 2014

Pag. 212

Euro    14

Note: Presentazione del libro con l’autrice: presso Libreria Ubik di via Irnerio a Bologna, il 27 novembre alle ore 18

ISTRUZIONI PER L’USO

Categoria farmacologica:

Raccolta di racconti spray

Composizione ed eccipienti:

Tredici tappe sull’Adriatico, tredici spaccati di vita quasi tutti noir, che partono dal Lido delle Nazioni e finiscono a Casal Borsetti). Ecco di cosa trattatano, i racconti:

Velut Ignis Ardens: Due vigili del fuoco-sommozzatori, alla loro prima immersione, avranno modo di conoscere a fondo le loro paure, portando alla luce quel che meno si aspettano.

I due contadinelli: Il maleodorante lavoro di Roberta e Andrea al furgone delle piadine prenderà, sulla neve, una piega inaspettata.

La capra: Una capra da accudire riuscirà a riunire tre cugine, quando una di loro si ficcherà in un brutto guaio? Mentre di sottofondo vengono rinvenuti cadaveri di donne strangolate nei fossi. La storia di un ultimo dell’anno difficile da dimenticare.

L’orinatoio: Un’infanzia piena di brutti ricordi condizionerà in modo irreversibile la giovane vita dell’arrampicatrice Caterina.

La pettinatrice: Il tradimento è cosa brutta, soprattutto se lo devi sopportare da uno molto più giovane di te. Un paio di costose forbici professionali concederanno la giusta vendetta all’hair stylist Nìcola?

Paola3La bionda: La brutta storia di una vacanza al mare improvvisata, da dividere in un letto a castello con una perfetta sconosciuta, all’ombra delle saline di Cervia.

La fudréra: Il racconto di un ciclista, di una foderaia, del marito di lei, del figlio, del cane e di un incendio che sconvolgerà per sempre le loro vite.

La mutanda allegra: Incontri inaspettati nella sala d’aspetto di una stazione dei carabinieri. Storie di macchine scassate, fazzoletti, silicone, bistecche al sangue e Cicciobelli.

La préma: La prima voltadi due adolescenti, strappata in un appartamento sopra al bar Centrale del Lido di Spina tra: dischi di Lucio Battisti, casse di birra, caffè e Oransoda coi pezzetti d’arancio dentro.

Le tre caravelle: La vita balorda delle tre: Pinta, Nina e Santa Maria, arenate sotto al cavalcavia della tangenziale, tra siepi di rose canine stecchite e piccoli teschi di animali morti non identificati.

Il post: due fioretti diversi fatti da due donne diverse e un unico risultato. Un tornado, un’inondazione e l’amore ritrovato quando non te l’aspetti.

Mirabilandia: Lavorare in un posto tra realtà e finzione, dove si vive travestiti da carnevale tutto l’anno, a volte può riservare rischiosi incontri.

Halloween: Le vendette trasversali possono arrivare anche dopo molti anni, quando uno non ci pensa più, lasciando in casa una strega a far da baby sitter a tua figlia nella notte di Halloween.

Indicazioni terapeutiche:

Cromogliato disodico per allergia alle piadine

Consigliato a tutti, benefico per:

  • Chi non ha mai visitato la nostra Riviera.
  • Arrampicatori di staccionate, muri, reticolati.
  • Chi non ha mai visto una salina.
  • Chi ha l’ansia di raccomandare, precisare, chiarire.
  • Femmine pazze.
  • Chi non ascolta da chissà quando una canzone di Battisti. Ogni tanto ci vuole.
  • Chi valuta le persone in base all’aspetto.

Controindicazioni:

Se avete in casa delle forbici affilate, nascondetele.

Posologia, da leggersi preferibilmente:

Godendosi anche le espressioni dialettali

Effetti indesiderati:Paola4

Vi verrà voglia di risentire il profumo della pineta

Avvertenze:

Attenti allo iodio!

Spruzzate:

«Quella mattina Roberta, in pantofole e vestaglia, si affacciò all’uscio, incuriosita dal silenzio che avvolgeva il giardino. Rimase stupefatta nel trovarlo completamente imbiancato.

Dalla grondaia pendevano decine di ghiaccioli aguzzi che arrivavano fino ai davanzali e i suoi ciclamini viola, rigogliosi fino al giorno prima, nella notte erano inesorabilmente stecchiti.

Era la prima volta che succedeva in cinque anni che abitaba lì, tanto che si era convinta che sull’Adriatico non nevicasse mai».

– – – – – – – – – – – – – – – – –

«Il fatto di trovarsi in lingerie ostacolava Francesca nella corsa. I seni le traboccavano dal reggipetto a ogni sobbalzo. Una volta che toccò la terra battuta lo distanziò rapidamente.

La Statale era vicina, ma data l’ora passavano pochissime auto.

Si buttò davanti ai primi fari che vide, ma il conducente che frenò per schivarla la insultò, scambiandola per una prostituta e la scansò con destrezza, allontanandosi.

Francesca non si perse d’animo e continuò a correre col cuore che scoppiava in petto, boccheggiando nell’aria calda della notte».

L’autrice:  è originaria di Argenta (FE), trasloca spesso e attualmente vive a Castello di Serravalle (BO).
Impiegata per quasi trent’anni in una multinazionale dell’informatica, è riuscita a rimanere digiuna sia di hardware che di software. E nonostante il quantitativo industriale di relazioni, offerte e contratti commerciali digitati ha costantemente concentrato il pensiero sulle proprie fantasie noir tardivamente riportate sulla carta. Ha pubblicato “Bassa e nera” (ed. Pontevecchio), “La fudréra” (ed. REM) e tanti racconti in riviste e antologie (con Elliot, Pendragon, MobyDick, Sperling & Kupfer, Laurum, Zona, Felici, Stampa alternativa). Finalista per il soggetto cinematografico a Storie del nuovo millennio 2003 e Premio Teramo 2005.
Scrive di cinema nella rubrica “La schermitrice” su Thriller Magazine.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in bugiardino e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Bugiardino: Paola Rambaldi

  1. Patrizia Debicke ha detto:

    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...