Recensioni Involontarie: Le Sultane 4

Oggi ringrazio di cuore la scrittrice Ida Ferrari (nella foto) per quello che ha scritto su Le Sultane. La mia vanità non è riuscita a resistere: le ho chiesto il permesso, ho copiato la sua mail e l’ho incollata qui.

Ida

 

“Il tuo libro mi è piaciuto alla prima lettura e ancora di più alla seconda, quando i dettagli si sono svelati con contorni più precisi. L’ho trovato un libro particolare, nuovo nel suo genere.

Argomento difficile, quello della vecchiaia. Il tema dei vecchi raramente è trattato,  quando lo si fa si tende a cadere (o scadere) nel modello stereotipato del “vecchio e saggio”. 

Non so se le Sultane siano sagge (anzi, sì, in certi passaggi lo sono, come in quello bellissimo sull’illusione dell’uomo nel sentirsi immortale ),  di certo non sono disposte a subire prevaricazioni. Non più. Dopo vite con bagagli pesantissimi, si sono costruite scudi da combattimento. Uno per ognuna. Per battaglie individuali, spesso. Per battaglie collettive qualche volta. Una per sopportare il terrore della morte.

Io credo che la tua grande abilità nel costruire storie si percepisca da subito, in questo libro. Il perché è presto detto: ci sono tre donne anziane, vite difficili in condominio popolare. Ognuna di loro ha le proprie manie, come spesso succede. Giovani e vecchi in questo non sono molto differenti, i vecchi magari fanno tenerezza. Fin qui tutto normale. Se il libro fosse continuato su questo tono credo ne sarebbe uscito qualcosa di piacevole lettura, uno fra tanti. Invece no, ecco che la parte  Noir si presenta, così cruda che neanche Hannibal Lecter. E’ una mazzata. Le sultane sanno essere molto crudeli. Ognuna in modo diverso.

Hai saputo mixare con maestria la normalità di vite giunte quasi al capolinea, con la crudeltà di alcune azioni, per poi passare a momenti in cui le emozioni degli affetti hanno il sopravvento.

Mi è piaciuta inoltre la mancanza di rassegnazione. Le sultane non sono certo tipe rassegnate, tra le righe si leggono le loro  aspettative. Perché è vero che il capolinea è vicino, ma magari non proprio dietro l’angolo”.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in recensioni involontarie e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Recensioni Involontarie: Le Sultane 4

  1. Patrizia Debicke ha detto:

    🙂 giusto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...