ALESSANDRA BUCCHERI

ATTIVITA’: Scrittrice/giornalista/blogger (Noooo, scrittrice no!!)

SEGNI PARTICOLARI: piccola e nera, come Calimero

LA TROVATE SU: FACEBOOK, TWITTER, MySpace, aNobi sul blog: theblogaroundthecorner.it/2012/03/welcome-to-the-dark-side/

Tra le varie cose di cui ti sei occupata, c’è il DAG, Dizionario Atipico del Giallo. Ce ne parli brevemente?

È stata un’idea di Maurizio Testa, anni fa, quella di scrivere un annuario del giallo: erano i tempi del Falcone Maltese, quando in redazione si sentiva l’esigenza di “tirare le fila” a fine anno. Nel 2008 Maurizio ha pensato di riprendere quell’idea, modificandola leggermente: giallo sì, sempre, ma selezionando a nostra esclusiva discrezione cosa inserire. Ha chiesto a me di collaborare per la parte libri e a Claudia Catalli per i film. L’idea è piaciuta all’editore Cooper, che è rimasto soddisfatto anche del risultato del DAG 2009, e così eccoci qua… Squadra che vince non si cambia, ma quest’anno possiamo giovarci di ulteriori prestigiose “firme”, che hanno collaborato con dei mini-saggi.

Esercizio 1:

fai l’acronimo del tuo nome, scegliendo sostantivi o aggettivi che denotino la tua personalità.

AngolaNera

Logica

Emotiva

Sincera

Streghetta

Ansiosa

Nicotinomane

Dolce

Romanzi

Amante del cioccolato

L’ultima è un po’ forzata ma non potevo non citare la mia droga preferita…

Sappiamo che sei molto impegnata. Raccontaci brevemente una tua giornata-tipo

Sveglia alle 6.30, colazione al bar (Davide il barista ormai sa cosa prendo e mi imbocca anche se dormo), e via in ufficio con la Smartina nera, mentre ascolto a tutto volume Radio 105 per svegliarmi. Trascorro svariate ore da “fannullona” in un noto dicastero, poi inizio a vivere: piscina, libri da leggere, il blog da aggiornare, qualche telefonata, reading (se ce n’è), una partita a Go, tanto internet mentre guardo la tv… Non è raro che la sera mi dimentichi di cenare 🙂

Raccontaci la notte più folle che hai trascorso

Bisognerebbe risalire alla notte dei tempi… ne vale la pena?

Raccontaci la notte più laboriosa

Di solito dormo, ma una volta mi è successo di essere tenuta sveglia dalle evoluzioni “acrobatiche” di uno scrittore che conosciamo bene e che occupava la stanza d’hotel vicina alla mia… Ho passato la notte a leggere. Ho iniziato e terminato un intero romanzo…

Esercizio 2:

definisci cos’è per te l’universo-blog attraverso un’associazione di parole

Non sono sicura di aver capito la domanda… Puoi ripetere?

Esercizio 3:

L’Angolo Nero(http://angolonero.blogosfere.it), il blog da te curato. Se fosse un film, sarebbe…. (e perché)

The Rocky Horror Picture Show. Demenziale ma intelligente, innovativo, molto dark e ironico. Con qualche pausa qua e là, quando la blogger si riposa facendo il Time-Warp 🙂

La più grande soddisfazione che ti ha dato L’Angolo Nero.

Farei un torto a qualcuno se ne citassi solo una. In generale mi dà molta soddisfazione avere gli interventi degli autori, ma ultimamente ho scoperto di amare anche i semplici lettori, spesso silenti ma molto costanti.

La più grande preoccupazione.

Inerente al blog? Solo una volta ho temuto una denuncia, a causa di un post – poi sospeso – riguardante il caso Pacciani. La discussione era degenerata. E, più che preoccupazione, ho provato fastidio a causa un troll intemperante nella cui trappola sono caduta in pieno, “nutrendolo” per oltre cento commenti…

Quanto ti senti palermitana e quanto romana?

Nessuna delle due: Palermo l’ho lasciata troppo presto per dire di averla vissuta, Roma la conosco troppo poco. Credo che la mia destinazione finale sia altrove… Ma ancora non so dove.

Tre cose che ami e tre cose che detesti dell’ambiente editoriale/culturale italiano

Amo l’atmosfera che si crea negli incontri di persona, la possibilità di scambiare idee e la vivacità. Odio quando le recensioni sono positive solo per amicizia, o al contrario quando nascono (e ce ne sono) da antipatie personali; e odio avere il sospetto che non tutti quelli che meritano siano adeguatamente valorizzati.

Hai mai mandato qualcuno a quel paese?

Mille volte! Mi è successo sul lavoro, nelle amicizie, nella vita sentimentale… Di solito è la reazione a un comportamento altrui. Quando accade è perché ho davvero toccato il fondo, e a quel punto è irreversibile. Sul lavoro ne ricordo una, un vaff… chiaro e tondo detto a una collega che mi aveva dato della terrona. Si è pure offesa…

L’ultimo regalo fatto

Una sciarpa fatta a mano da me.

L’ultimo regalo ricevuto

Tanti, di solito libri. Ma credo che ci sia qualcosa di importante in arrivo.

Un tuo talento

Dio, questa domanda mi mette in crisi. Ho una discreta facilità ad apprendere le lingue, vale? Altrimenti devo citare i risultati sui deliranti giochini di velocità di FaceBook… E poi so leggere sottosopra, vale anche questo?

Un tuo limite

Uno solo?? L’ansia. La fretta. La paura di non ottenere ciò che vorrei.

Sei preda o cacciatrice?

Io mi sento preda, ma probabilmente sembro cacciatrice.

Ci racconti un dettaglio in merito all’ultima risposta?

Sono assolutamente incapace di tattiche, se un uomo mi interessa vado e lo prendo (se è libero, si intende). Non mi creo problemi a buttarmi nelle storie. Probabilmente questo fa di me una cacciatrice. I fatti dimostrano però che il vero problema non è catturare un uomo ma trattenerlo…

Un progetto in cantiere

Non si può ancora parlare di cantiere, siamo ancora in fase di progettazione nella mente dell’architetto… Però ci sarebbe un progetto di famiglia, sì.

Salutaci esprimendo un desiderio. Per cosa comincia?

Per S. Stabilità.

E adesso salutaci da vera blogger

Un saluto dalla vostra eccetera eccetera – l’ho chiaramente rubata a una giornalista, scrittrice e blogger molto più famosa di me 🙂

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in interviste, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a ALESSANDRA BUCCHERI

  1. AngoloNero ha detto:

    Azz, che foto… 🙂
    Aggiungo il blog al reader, prima di perdermi pezzi 🙂

  2. BodyCold ha detto:

    persona splendida, dolce e cazzuta allo stesso tempo, fragile e con un temperamento da guerriera, amica sempre vicina, ecco chi è Alessandra. Bell’ intervista ma come al solito non si sbottona facilmente e molto + di quel che lascia trapelare. Grandissima donna 🙂

  3. Maurizio Testa ha detto:

    Averla avuta in redazione al Falcone Maltese, averla avuta co-autrice del NoirBook prima e del DAG poi, averla tutt’ora ancora come collega-amica (almeno spero), non avete idea di quale arricchimento possa essere. Ale è una di quelle persone che, sul lavoro, non solo ti garantiscono creatività e professionalità allo stesso tempo, ma possiedono anche un dose di entusiasmo contagioso. Non è outing, lo sanno già in molti, Alessandra diverse volte con la sua sola presenza, con la sua determinazione e i suoi infaticabili ritmi, mi ha risvegliato, risollevato e rimesso sui binari quando probelmi e casini mi avevano fatto deragliare. Rimpiango i momenti in cui abbiamo lavorato insieme e invidio quelli che lo fanno ora. Come donna. Bella, femmina del sud … pure cacciatrice d’uomini, cosa si può volere di più?

  4. AngoloNero ha detto:

    Grazie, Enzo 🙂
    E auguri a tutti 🙂

  5. libroguerriero ha detto:

    Mi scuso con Maurizio: il suo commento è stato pubblicato oggi con ritardo perché mi era sfuggito nella mail (mi arriva su hotmail la richiesta di approvazione per ogni commento. ma siccome su hotmail mi arrivano anche notifiche di facebook e twitter, ogni tanto perdo qche colpo).
    grazie per i commenti, buon anno a tutti!

  6. AngoloNero ha detto:

    Accidenti, grazie… 🙂
    E buon anno a tutti, visto che ci siamo 🙂
    E magari perché non pensare a un ritorno? Pensiamoci, siamo ancora in tempo per i buoni propositi 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...