MATTEO VIVIANI

ATTIVITA’: Iena
SEGNI PARTICOLARI: Intransigente
LO TROVATE SU: http://www.matteoviviani.com

Com’è cominciata la tua attività a Le Iene?
Sei anni fa, quasi casualmente: conobbi un autore che stava cercando una iena per un servizio, con le mie stesse caratteristiche.

Ma tu quanto sei Iena? Facci un esempio.
Lo sono per indole, e lavorare lì da sei anni ha rafforzato la mia predisposizione. Un esempio? A Milano sono state tracciate le prime piste ciclabili e la gente continua a parcheggiarci sopra. Io ho chiamato la polizia almeno 5 volte, sorbendomi i 20 minuti d’attesa, pur di far multare le macchine. Non sopporto le macchine che parcheggiano nei divieti, io piuttosto giro fino allo sfinimento per trovare parcheggio.

Il tuo servizio più sudato
Nella foresta amazzonica, due anni fa. Ho impiegato solo per arrivarci una settimana e mezzo, tra canoe, aerei e marce.

Il più divertente
Lo stesso.

Ci racconti qualcosa da dietro le quinte?
Ti racconto un dietro le quinte con un riferimento all’amico e stimato (non sono ironico) collega Filippo Roma, che tu hai intervistato. Nella risposta alla tua stessa domanda, lui ha dichiarato «…per quanto ci riguarda, “lavorare” è una parola grossa. Se facciamo questo mestiere è proprio perché sappiamo che l’alternativa sarebbe il lavoro vero… Nella redazione di Roma si lavora soprattutto intorno ad un tavolo da “ping pong”. Tra iene e autori siamo accaniti giocatori e i pomeriggi spesso sono dedicati ad accesissime sfide che sfociano in litigi tra vincitori e vinti. Ma è in quei momenti di svago che spesso nascono le idee per i servizi». Per quanto mi riguarda non è così: il ritmo lavorativo è molto elevato, delle volte stressante, i servizi sono registrati non con delle tropue, ma è tutto ridotto ai minimi termini: siamo un autore e una iena e ognuno deve pensare a tutto,questo sia per motivi di agilità che per la natura del programma.

Sei stato definito “il bello delle iene”: sei d’accordo?
Chi l’ha detto?

L’han detto i giornali. Cosa ne pensi?
No, non mi sento così bello. Quando mi fermano per strada preferisco che mi dicano che son piaciuti i miei servizi.

Uh, sei molto serio.
Ma lo sono diventato con gli anni, prima ero un cazzone!

Allora dimmi frase più strana che ti ha detto una fan
Non posso riportarla. Ha un contenuto altamente pornografico.

Certo che puoi. Vogliamo saperla.
Una ragazza dopo avermi scritto tantissime volte, mi ha offerto 3.000 euro per farmi un pompino.

Hai mai preso droghe?
Solo marijuana

Ti sei mai ubriacato?
Un mucchio di volte. È un’abitudine insana ma saltuariamente un toccasana.

Cosa ti piace?
Andare in moto, sapere che posso aiutare persone cui voglio bene (la mia famiglia), la mia donna Ludmilla Radčenko.

Cosa invece detesti fare?
Essere costretto a stare zitto, il calcio, l’ipocrisia.

3 cose che ti porteresti sulla Luna
Lì non c’è un cazzo da fare, quindi mi porto un mucchio di libri, la stazione orbitale e l’Aston Martin

L’ultima volta che ti sei arrabbiato
Oggi perché non funzionava Internet in redazione, io non potevo lavorare, mi sembrava di perder tempo e mi incazzavo come una iena.

Ma quando ti arrabbi cosa fai?
Da ragazzo spaccavo tutto a pugni tanto che avevo spesso le nocche lacerate. Adesso urlo e sfurio. Se l’incazzatura è pesate, rompo qualcosa.

L’ultima volta che hai riso di gusto
Poco fa con te

L’ultimo libro letto
Ammaniti, “Come dio comanda” e ”Espiazione” di Ian McEwan

L’ultima parolaccia
Porca puttana

2 pregi e 2 difetti
Tenacia e altruismo – Irrequietudine e intransigenza

Progetti?
Sto lavorando a un romanzo, qualcosa che prescinde dal mio lavoro, una via di mezzo tra un noir e un thriller.

Salutaci da intransigente
Ti auguro una buona serata, Marilù, voglio ricevere le bozze di questa intervista in tempo civile e non tra cinque giorni.

Adesso salutaci da Iena
Noi ci vediamo dal 5 ottobre sul piccolo schermo. Occhio: non pensate di essere al sicuro, perché anche i più insospettabili nascondono uno scheletro nell’armadio!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in interviste, Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...